Ludopatia, convegni e incontri nelle scuole attraverso combatterla

Ludopatia, convegni e incontri nelle scuole attraverso combatterla

Difendere i con l’aggiunta di giovani verso imparare i rischi del inganno online attraverso schivare giacche sfocino in una patologia. Corrente l’obiettivo di una raggruppamento di iniziative nate dalla apporto fra la preoccupazione Rossa Italiana di Siena, il Comune e l’Azienda Usl Toscana Sud levante, cosicche partiranno da un convegno durante elenco destino, 30 ottobre alle ore 16,30 a reggia Patrizi (via di borgo, 75), specifico alle nuove dipendenze, a partire dal gioco online parecchio ampio frammezzo a gli adolescenti.

L’appuntamento, dal legittimazione “… Almeno una avvicendamento nella cintura.

Un concezione verso saperne di piu”, e status presentato quest’oggi nella discorso stampa tenutasi per reggia Comunale per cui hanno partecipato l’assessore all’puerizia e sapere Clio Biondi Santi, la collaboratore al associativo Francesca Appolloni, Enrico Petrini e Elena Gori, a vicenda responsabile e dirigente pubblico della CRI (disgrazia Rossa Italiana) spaccatura di Siena, Loredana Tagliaferri relatore dipendenze del circoscrizione locale e Lucia Aprea volontaria dell’organizzazione.

L’assessore Biondi Santi, annunciando l’appuntamento senese, ha voluto segnare “l’importanza di aggredire una materia, che la ludopatia, partendo dai giovani e dalle scuole in cui gli incontri inizieranno nei prossimi mesi. Abbiamo congiunto ora la proposta della CRI motivo le dipendenze nei giovani vanno prevenute insieme la istruzione, simile che possano acciuffare piena avvedutezza dei pericoli”.

Preoccupanti, in realta, i numeri di corrente fenomeno, malauguratamente durante constante ampliamento. “sopra Toscana – ha evidenziato Appolloni – ci sono 13mila adolescenti per pericolo succursale e 1.500 ludopatici: di davanti verso questi dati non potevamo affinche appoggiare il strada ideato dalla affanno Rossa. Prevenire, educare e informare sui pericoli connessi al incontro e fondamentale per schivare perche i ragazzi https://besthookupwebsites.net/it/incontri-tatuaggio/ siano catturati da questa spira negativa”.

“Siamo particolarmente soddisfatti di dare prima questa impresa sul territorio di sbieco una supporto per mezzo di il Comune”, ha motto Petrini, aggiungendo che “l’input sui rischi connessi al imbroglio online e gruppo dal legazione Nazionale e noi lo abbiamo declinato verso Siena attraverso il colloquio di domani e, per seguire, con l’attivita di ammaestramento giacche coinvolgera gli studenti”. Nello rimedio l’obiettivo, maniera aperto da Tagliaferri, e quello di “partire dai con l’aggiunta di giovani in giungere ancora ai genitori, ovvero al umanita maturo. Non vogliamo enfatizzare con sistema sfavorevole il inganno online, eppure evitare in quanto diventi una vera e propria patologia insieme gli stessi effetti di relazione provocati dalla droga o dall’alcol”.

La dirigente della CRI ha indi voluto sottolineare “l’importanza di fare sinergia mediante gli enti, con attuale caso il Comune di Siena e l’Azienda Usl Toscana meridione levante, durante un compatto e composto favore alle persone”.

Verso descrivere i temi del riunione, e stata Aprea: “Sara l’occasione verso andare a fondo le cause e come si evolve la ludopatia. Il punto di separazione dal come appresso spingersi di fronte all’interno delle scuole, se incontreremo e lavoreremo con le terze delle Medie e le quarte delle Superiori. Tre incontri di coppia ore ognuno tenuti in ciascuno singola edificio coadiuvati dagli insegnanti di italiano e scienze, perche si concluderanno per mezzo di un selezione terminale da dose degli studenti”. Le scuole coinvolte sono le superiori “G. Caselli”, “S. Bandini” “E. S. Piccolomini” e le medie “P. A. Mattioli” e “San Bernardino”.

Il ritrovo, esteso alla abitanti, vedra gli interventi di Paolo Catocci, psicoterapeuta curativo dell’Azienda Usl Toscana Sud paesi orientali, Servizi attraverso le dipendenze ambito territoriale senese, “G.A.P.” gioco d’azzardo patologico”; Riccardo Zerbetto, psichiatra dell’Associazione Ortos universita e cura giochi d’azzardo; Angela Ricevuto Livoni, psicologa e psicoterapeuta e Antonio Becattini, psichiatra responsabile campo dipendenze Usl mezzogiorno oriente.

I professionisti si confronteranno riguardo a “Dipendenze digitali. Giovani vs smartphone, giochi online e videogiochi”.

“Siamo particolarmente soddisfatti di sostenere precedente questa operosita sul regione di sbieco una collaborazione insieme il Comune”, ha adagio Petrini, aggiungendo in quanto “l’input sui rischi connessi al incontro online e gruppo dal associazione Nazionale e noi lo abbiamo declinato verso Siena da parte a parte il convegno di poi e, a succedere, con l’attivita di formazione cosicche coinvolgera gli studenti”. Nello preciso l’obiettivo, che spiegato da Tagliaferri, e colui di “partire dai con l’aggiunta di giovani attraverso capire di nuovo ai genitori, piuttosto al ripulito sviluppato. Non vogliamo ingigantire per maniera avverso il artificio online, pero schivare che diventi una vera e propria malattia con gli stessi effetti di dipendenza provocati dalla stupefacente ovverosia dall’alcol”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *